Un amore eterno, ben oltre la morte. La storia di Serena e Federico

articolo 8

Perdere un figlio fa provare un dolore immenso, inimmaginabile, che va oltre i confini dell’immaginabile. Ma quel bambino, rimasto così poco sulla terra, ben presto dimostra che l’amore può andare oltre anche a questo dolore, che l’amore tra madre e figlio è eterno e che basta un attimo ad una mamma per amare il proprio bambino.

Serena, mamma di Federico nato a 18 settimane a causa di una pProm, racconta in poche righe i suoi sentimenti: non servono molte parole per dire grazie al suo bambino per averle insegnato che cosa sia l’amore vero.

“Per il mondo non sei mai esistito, sei andato via in silenzio proprio come sei arrivato…un silenzio carico d’amore in cui io sono diventata la tua mamma e tu la mia dolce farfallina.

Avevo fretta di conoscerti, di averti con me, di crescerti e di coccolarti e tu mi hai accontentato.

Eri bello, piccolo e perfetto come ogni bambino…ma ti sei affacciato a questo mondo troppo presto e sei nato addormentato.

Ci è stato concesso solo un attimo ma quell’attimo resterà in eterno dentro di me, sarà per sempre nostro e nessuno potrà portarmelo via.

Vivi nei miei giorni, in tutto ciò che faccio so che sei al mio fianco.

Grazie stellina mia per avermi fatto capire cosa è davvero l’amore, quello puro ed eterno in grado di superare anche la morte.

Grazie per avermi reso una mamma speciale, una mamma nel cuore, la tua mamma.

Grazie per aver scelto me Federico”